Associazione Amici Biblioteca Nazionale Universitaria Torino | I valori dei beni culturali
458675
post-template-default,single,single-post,postid-458675,single-format-standard,ecwd-theme-bridge,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-9.1.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2,vc_responsive

23 Nov I valori dei beni culturali

Sabato 2 dicembre 2023, alle ore 20.30 la Biblioteca Nazionale Universitaria ospiterà la presentazione del volume “I valori dei beni culturali” di Salvatore Italia, a cura della Società Dante Alighieri – Comitato di Torino e con la collaborazione degli Amici della Biblioteca Nazionale (ABNUT)

Giovanni Saccani, Presidente del Comitato torinese e Alessandro Masi Segretario Generale della Società Dante Alighieri, dialogheranno con l’autore.

Salvatore Italia è stato dal 1975 un protagonista di primissimo piano del Ministero dei beni culturali e ambientali chiamato a gestire tutelare e promuovere il patrimonio artistico-culturale d’Italia da Giovanni Spadolini. Salvatore Italia ha impiegato le proprie energie di intellettuale e amministratore della cosa pubblica nell’ambito delle politiche di tutela e valorizzazione dei beni culturali. Ricopre da diversi anni l’incarico di Soprintendente ai conti della Società Dante Alighieri.

Un libro utilissimo, per quanti vogliano ripercorrere la storia evolutiva dell’attuale politica di tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio – inestimabile – culturale e artistico che l’Italia, come unico Paese al mondo, può vantare. Resta aperto, l’annoso problema della considerazione del nostro patrimonio artistico-culturale come “giacimento” con tutto il portato filosofico, in senso liberista e di mercato, che l’espressione contiene.

Alessandro Masi  è uno storico dell’arte italiana. Dal 1999 ricopre la carica di Segretario Generale della Società Dante Alighieri. Docente l’Università Telematica Internazionale UniNettuno. Si occupa della promozione di eventi e progetti per la diffusione dell’eccellenza artistica italiana nel mondo, sia attraverso la Società Dante Alighieri sia con le sue opere e pubblicazioni. Iscritto all’Ordine Nazionale dei Giornalisti nel 2005 ha collaborato con diverse testate giornalistiche e programmi televisivi.

È gradita la prenotazione. Ingresso garantito fino a esaurimento dei posti disponibili.