Associazione Amici Biblioteca Nazionale Universitaria Torino | Mostra “La I Guerra Mondiale in periferia”
15867
post-template-default,single,single-post,postid-15867,single-format-standard,ecwd-theme-bridge,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-9.1.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2,vc_responsive

29 Set Mostra “La I Guerra Mondiale in periferia”

La mostra “Addio giovinezza! Gli effetti della Prima Guerra Mondiale sulla condizione dei giovani e delle donne nella periferia torinese” sarà inaugurata il 30 settembre, alle 17.00, presso l’Auditorium Vivaldi della Biblioteca Nazionale, in p.za C. Alberto 5 e sarà visitabile fino al 29 ottobre.

Nell’interesse sempre vivo che le deriva dal compito istituzionale di documentare e rendere fruibile il patrimonio di documenti librari antichi e contemporanei relativi alla storia del territorio, la Biblioteca Nazionale affronta il tema della Grande Guerra dalla visuale un po’ insolita della periferia urbana di Torino.
Le ricerche condotte in collaborazione con il Centro di Documentazione Storica della Circoscrizione 5, attivo da oltre una quindicina di anni, hanno portato a scoprire la relazione tra il grande conflitto mondiale e le trasformazioni sociali in atto nelle comunità presenti nel territorio di alcuni quartieri della periferia (Borgo Vittoria, Madonna di Campagna e Lucento), i più direttamente interessati dalla prima industrializzazione e, quindi, dalla militarizzazione delle stesse industrie.
L’attenzione è focalizzata, in particolare, sull’emergere, all’inizio del Novecento, della condizione giovanile e femminile, che rompe con gli schemi dell’ormai consolidata forma della famiglia nucleare; tale processo di emancipazione da parte dei giovani e delle donne, interrotto proprio dalla Grande guerra, e che richiama ai temi dell’opera, prima teatrale e poi cinematografica, Addio giovinezza! – di Camasio e Oxilia -, sarà ripreso solo all’inizio degli anni Sessanta, preludio ad una trasformazione della famiglia nella forma cosiddetta “liquida”, ancora in corso.
La mostra, per il particolare interesse sulla storia della periferia urbana, è realizzata in materiale leggero, di facile trasporto e allestimento, per poterla esporre anche presso le scuole (in particolare gli istituti secondari superiori), le sedi Ecomuseali e presso la rete delle Biblioteche civiche decentrate della Città di Torino.

Orari: lun.-ven. 10.00-18.00; sab. 10.00-13.00; dom. chiuso