Associazione Amici Biblioteca Nazionale Universitaria Torino | Mostra John Phillips
16734
post-template-default,single,single-post,postid-16734,single-format-standard,ecwd-theme-bridge,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-9.1.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2,vc_responsive

18 Set Mostra John Phillips

L’obiettivo di John Phillips sul mondo.
Dalla guerra mondiale alla nascita della Repubblica italiana. Fotografie 1937-1946
18 settembre – 17 ottobre 2017

Orari di apertura:
lunedì-venerdì 10.00-18.00; sabato 10.00-13.00
INGRESSO LIBERO

L’Associazione Archivio Storico Olivetti, in collaborazione con la Biblioteca Nazionale di Torino, presenta una mostra di fotografie originali di John Phillips che raccontano la seconda guerra mondiale e la nascita della Repubblica Italiana.
John Phillips (1914-1996), considerato il fondatore del foto-giornalismo, è stato un autentico cittadino del mondo: nato in Algeria da padre gallese e madre americana, vive ad Algeri, Parigi, Nizza, Londra, New York ed è presente con la sua macchina fotografica nei più disparati angoli del mondo in tanti momenti topici della storia.
Tra il 1936 e il 1949 lavora come inviato della rivista “Life” e le sue foto scattate in luoghi e momenti cruciali per le vicende mondiali sono vere e proprie icone della storia del Novecento. Nel 1938 a Vienna racconta al mondo l’Anschluss e l’occupazione tedesca; nel 1943 diventa corrispondente di guerra e segue le operazioni militari in Nord Africa e Medio Oriente. A Teheran cattura l’immagine del vertice tra Churchill, Roosevelt e Stalin. Fotografa re Farouk in Egitto, Tito e i suoi partigiani in Jugoslavia; è testimone della Polonia devastata, di Roma liberata e del faticoso cammino dell’Europa verso la pace.
Lasciata “Life”, dal 1950 John Phillips opera come fotografo indipendente. Non sono più i tempi eroici del fotoreporter di guerra, ma il suo obiettivo è sempre attento a cogliere i momenti decisivi, a fissare con le immagini i costumi e i cambiamenti della società.
Il titolo del suo libro, Free spirit in a troubled world, pubblicato postumo, riassume il senso della sua vita e delle sue foto.
Fotografie – è stato detto – che si guardano come si sfoglierebbe un libro di storia.
La società Olivetti nel 1986-1989 dedicò a John Phillips un’ampia mostra itinerante. Di queste foto, l’Associazione Archivio Storico Olivetti presenta oggi un’accurata selezione centrata sul decennio 1937-1946: immagini scattate in Europa e nel mondo che presentano scene di ordinaria vita quotidiana e scene drammatiche negli anni della guerra e dell’immediato dopoguerra.
La mostra è arricchita dal servizio inedito che Phillips realizzò a Roma, al Viminale, nel giugno 1946 all’indomani del referendum che decretò la nascita della Repubblica Italiana; vi ritroviamo De Gasperi, Togliatti, Nenni, Gronchi, e molti altri politici. Il percorso fotografico si completa con una selezione di documenti e pubblicazioni d’epoca provenienti dagli archivi della Biblioteca Nazionale.
Tutte le fotografie esposte sono originali conservati a Ivrea dall’Associazione Archivio Storico Olivetti, a cui TIM e Olivetti hanno affidato un patrimonio archivistico che comprende quasi mezzo milione di foto.
Con questa mostra l’Associazione Archivio Storico Olivetti avvia un processo di valorizzazione dei fondi di fotografia, con l’obiettivo di portare a conoscenza del grande pubblico documenti e immagini della storia industriale, sociale e culturale del nostro Paese, anche attraverso la straordinaria esperienza olivettiana che merita di essere conosciuta non solo come memoria storica, ma come esperienza di assoluta attualità.
Per informazioni:
Associazione Archivio Storico Olivetti
segreteria@arcoliv.org
tel. 0125.641238