Associazione Amici Biblioteca Nazionale Universitaria Torino | Giornata del Paesaggio 2022
434204
post-template-default,single,single-post,postid-434204,single-format-standard,ecwd-theme-bridge,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-9.1.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2,vc_responsive

09 Mar Giornata del Paesaggio 2022

Giornata Nazionale del Paesaggio

Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino – Auditorium Vivaldi

Lunedì 14 marzo 2022 alle ore 14.00

Conoscere il paesaggio attraverso la cartografia

Richiesti green pass rafforzato e mascherina FFP2

Il 14 marzo è la Giornata nazionale del Paesaggio istituita dal Ministero della Cultura con l’obiettivo di “promuovere la cultura del paesaggio in tutte le sue forme e a sensibilizzare i cittadini sui temi ad essa legati”.

La Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino ha coinvolto importanti Istituzioni locali quali l’Università degli Studi di Torino, l’Ente gestione aree protette Alpi Cozie, la Fondazione Centro Culturale Valdese e la Società di Studi Valdesi per analizzare il contributo della cartografia alla conoscenza del territorio e del paesaggio, affrontando una molteplicità di aspetti e approfondendo alcuni casi del territorio alpino piemontese.

La raffigurazione cartografica dei territori scaturisce da specifiche esigenze e finalità amministrative, propagandistiche ed estetiche, dando vita a documentazione prodotta con tecniche, scale, livelli informativi di volta in volta differenti.

La cartografia corografica e quella topografica costituiscono dunque importanti fonti storiche per la gestione del territorio e per l’analisi del paesaggio naturale e antropico nei suoi cambiamenti attraverso il tempo.

Programma degli interventi

14,00:  Saluto della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino

14,10:  Maria Luisa Sturani, Paola Pressenda (Dipartimento di Studi Storici, Università degli Studi di Torino), Il paesaggio nello specchio della cartografia topografica: registrazioni, deformazioni, silenzi

14,35: Ettore Peyronel (Società di Studi Valdesi), Sguardi e approcci alla rappresentazione di un’identità territoriale: il caso delle valli Chisone e Germanasca

15,00: Marco Fratini (Fondazione Centro Culturale Valdese), Le Valli valdesi: rappresentazioni cartografiche e immaginario paesaggistico dal XVII al XIX secolo

15,25: Bruno Usseglio (Ente di Gestione delle Aree Protette delle Alpi Cozie), Le terre alte: elementi del paesaggio e rappresentazioni tematiche delle Alpi Cozie

15,50:  conclusioni e dibattito

I relatori:

  • Marco Fratini, storico dell’arte, è bibliotecario presso la Fondazione Centro Culturale Valdese, a Torre Pellice. Si occupa di storia dell’arte piemontese e storia valdese.
  • Ettore Peyronel, ricercatore di storia locale, socio della Società di Studi Valdesi; si è occupato di storia delle fortificazioni, delle miniere e dei catasti del territorio pinerolese.
  • Paola Pressenda, professoressa di geografia presso il Dipartimento di Studi Storici dell’Università di Torino; si occupa di geografia storica, di storia della cartografia e di storia del pensiero geografico.
  • Maria Luisa Sturani, professore di geografia del paesaggio presso il Dipartimento di Studi Storici dell’Università di Torino; si occupa di geografia storica, dei problemi della patrimonializzazione del paesaggio e di storia della cartografia..
  • Bruno Usseglio, guardiaparco presso l’Ente di Gestione delle Aree Protette delle Alpi Cozie, ricercatore di storia locale e delle tradizioni del territorio pinerolese.

Comitato scientifico:

Biblioteca Nazionale Universitaria Torino

Università degli Studi di Torino

Ente gestione aree protette Alpi Cozie

Fondazione Centro Culturale Valdese

Società di Studi Valdesi